HOME PAGE
HOME PAGE
Parrocchia di San Lorenzo Martire - via Leone XIII, 15 - quartiere di Redona (Bergamo)
- Home
- Contatti - info
 
Calendario
- Pastorale
- Settimanale
 
Catechesi
- Catechesi adulti
 
Omelie
 
Contenuti CD
- Catechesi
- Itinerari
- Omelie
 
Archivio
- Eventi
 
Donazioni
- Su conto corrente
 
Periodico mensile
- DVD raccolta annate 1981-2008
- Sommari annuali
 
Collegamenti
09/12/07 II domenica di AVVENTO

INIZIO E LETTURE

OMELIA

II di Avvento 2007

 

Dolcezza e dominio

Dal libro della Genesi

Dio benedisse Noè e i suoi figli e disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite la terra. Il timore e il terrore di voi sia in tutte le bestie selvatiche e in tutto il bestiame e in tutti gli uccelli del cielo. Quanto striscia sul suolo e tutti i pesci del mare sono messi in vostro potere. Quanto si muove e ha vita vi servirà di cibo: vi do tutto questo, come già le verdi erbe. Soltanto non mangerete la carne con la sua vita, cioè il suo sangue. Del sangue vostro anzi, ossia della vostra vita, io domanderò conto; ne domanderò conto ad ogni essere vivente e domanderò conto della vita dell'uomo all'uomo, a ognuno di suo fratello. Chi sparge il sangue dell'uomo dall'uomo il suo sangue sarà sparso, perché ad immagine di Dio Egli ha fatto l'uomo. E voi, siate fecondi e moltiplicatevi, siate numerosi sulla terra e dominatela».

Dio disse a Noè e ai sui figli con lui: «Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza coni vostri discendenti dopo di voi; con ogni essere vivente che è con voi, uccelli, bestiame e bestie selvatiche, con tutti gli animali che sono usciti dall'arca. lo stabilisco la mia alleanza con voi: non sarà più distrutto nessun vivente dalle acque del diluvio, né più il diluvio devasterà la terra».

Dio disse: «Questo è il segno dell'alleanza, che io pongo tra me e voi e tra ogni essere vivente che è con voi per le generazioni eterne. Il mio arco pongo sulle nubi ed esso sarà il segno dell'alleanza tra me e la terra. Quando radunerò le nubi sulla terra e apparirà l'arco sulle nubi ricorderò la mia alleanza che è tra me e voi e tra ogni essere che vive in ogni carne e noi ci saranno più le acque per il diluvio, per distruggere ogni carne. L'arco sarà sulle nubi e io lo guarderò per ricordare l'alleanza eterna tra Dio e ogni essere che vive in ogni carne che è sulla terra».

Disse Dio a Noè: «Questo è il segno dell'alleanza che io ho stabilito tra me e ogni carne che è sulla terra».

Dolcezza e dominio

Di fronte alle sfide che ci mette davanti la preservazione del creato per un futuro sostenibile, siamo invitati a rileggere i racconti biblici della creazione e a riscoprire la "dolcezza" con cui l'uomo è stato chiamato a governare l'universo.

I testi raccontano invece che l'uomo si è lasciato prendere da un desiderio di dominio che rovina e porta la morte nei rapporti tra gli uomini e la terra, tra gli uomini e gli animali, tra l'uomo e la donna.

L'uomo è chiamato a diventare immagine di Dio il quale nel creare domina la sua forza e si rivela come Dolcezza e apre così il cammino al compi­to dell'uomo che egli mette al centro della terra perchè anch'egli la governi con la dolcezza della parola che fa posto all'altro.

Per questo, di fronte al pericolo dell'insorgere incessante della violenza, Dio fa alleanza con l'uomo e gli dona la legge che gli ricorda di non lasciarsi dominare dall'invidia e dalla violenza. Da questo limite posto alla violenza nasceranno i comandamenti che stanno nel cuore dell'allean­za: "Non uccidere" (Es 20,13) e "Amerai il pros­simo tuo come te stesso" (Lc 19,18).