HOME PAGE
HOME PAGE
Parrocchia di San Lorenzo Martire - via Leone XIII, 15 - quartiere di Redona (Bergamo)
- Home
- Contatti - info
 
Calendario
- Pastorale
- Mensile
 
Catechesi
- Catechesi adulti
 
Omelie
 
Contenuti CD
- Catechesi
 
Archivio
- Eventi
 
Donazioni
- Su conto corrente
 
Periodico mensile
- DVD raccolta annate 1981-2013
 
Collegamenti
   


UN CAMMINO SEMPRE E CONTINUAMENTE APERTO

Sono passati ormai due anni dall'ultimo calendario steso e pubblicato come comunità. Il tempo, segnato dalla pandemia, ha chiesto a tutti di rileggere il vissuto e la storia per poter discernere le forma più opportune di vita e di testimonianza evangelica. Quest'anno riproponiamo uno strumento che abbiamo provato a rinnovare nelle forme al fine di renderlo più accessibile e fruibile a tutti, sentendoci personalmente partecipi della vita della nostra comunità di Redona. Questo calendario si presenta come una piccola agenda che scandisce lungo il passare dei giorni alcuni appuntamenti fissi con la possibilità di annotare a lato le intuizioni, le ricchezze e anche le povertà della nostra esperienza. Rimane un cantiere aperto, diremmo una bozza di calendario, che necessità di essere corretto insieme, in quello stile sinodale che papa Francesco proprio in questi anni sta fortemente chiedendo a tutta la chiesa. Anche noi, come comunità in cammino, nel tentativo di raccogliere l'esperienza di tante persone che ci hanno aiutato a costruire umanità seguendo il vangelo vorremmo nuovamente mettere i nostri passi in quelli della chiesa universale per sentirci parte feconda di essa tenendo fisso lo sguardo alle tre opportunità che il cammino sinodale prospetta: «La prima è quella di incamminarci non occasionalmente ma strutturalmente verso una Chiesa sinodale: un luogo aperto, dove tutti si sentano a casa e possano partecipare. Il sinodo ci offre poi l'opportunità di diventare Chiesa dell'ascolto: di prenderci una pausa dai nostri ritmi, di arrestare le nostre ansie pastorali per fermarci ad ascoltare. Ascoltare lo spirito nell'adorazione e nella preghiera. Quanto ci manca oggi la preghiera di adorazione! Tanti hanno perso non solo l'abitudine, anche la nozione di che cosa significa adorare.Ascoltare i fratelli e le sorelle sulle speranze e le crisi della fede nelle diverse zone del mondo, sulle urgenze di rinnovamento della vita pastorale, sui segnali che provengono dalle realtà locali.

Infine, abbiamo l'opportunità di diventare una Chiesa della vicinanza. Torniamo sempre allo stile di dio: lo stile di dio è vicinanza, compassione e tenerezza. Dio sempre ha operato così. Se noi non arriveremo a questa chiesa della vicinanza con atteggiamenti di compassione e tenerezza, non saremo la chiesa del signore. E questo non solo a parole, ma con la presenza, così che si stabiliscano maggiori legami di amicizia con la società e il mondo: una chiesa che non si separa dalla vita, ma si fa carico delle fragilità e delle povertà del nostro tempo, curando le ferite e risanando i cuori affranti con il balsamo di dio. Non dimentichiamo lo stile di dio che ci deve aiutare: vicinanza, compassione e tenerezza». Discorso di apertura del sinodo, papa Francesco, aula nuova del sinodo, Roma, Sabato, 9 ottobre 2021 Siamo convinti che in queste tre dimensioni, la sinodalità, l'ascolto e la vicinanza si raccolgano tutte le dimensioni costitutive dell'umano: le relazioni, il lavoro e la festa, la cittadinanza, la fragilità, la tradizione intesa come trasmissione e consegna della vita in tutta la sua ricchezza e complessità. Esse sono il luogo nel quale si costruisce autenticamente l'uomo nel suo collocarsi dentro la storia e lo spazio. Sempre nel tentativo di dare forma alla bella notizia di un umano abitato dal vangelo. La comunità vive questo nell'impegno costante ad ascoltare sempre di nuovo il vangelo leggendolo dentro la storia concreta che vive; nel rito, soprattutto nell'eucaristia e nei sacramenti, attraverso i quali dà forma all'esistenza di tutti e di ciascuno; nelle scelte concrete della vita, segnate dal tentativo di dare forma all'amore, alla carità. I vari cammini della comunità interpretano tutte queste dimensioni e questi aspetti di vita, in costante dialogo con le altre comunità cristiane e con il vescovo, sul territorio e dentro la città.


Buon cammino
I preti della Comunità