HOME PAGE
HOME PAGE
Parrocchia di San Lorenzo Martire - via Leone XIII, 15 - quartiere di Redona (Bergamo)
- Home
- Contatti - info
 
Calendario
- Pastorale
- Settimanale
 
Catechesi
- Catechesi adulti
 
Omelie
 
Contenuti CD
- Catechesi
- Itinerari
- Omelie
 
Archivio
- Eventi
 
Donazioni
- Su conto corrente
 
Periodico mensile
- DVD raccolta annate 1981-2008
- Sommari annuali
 
Collegamenti
21/02/2010
I domenica di QUARESIMA

INIZIO E LETTURE

OMELIA


Daumier: L'uomo sulla corda
Itinerario di Quaresima

1

Elogio della ricchezza

"Corona dei saggi è la loro ricchezza, la follia degli stolti produce solo follia".
(Pr 14,24)

"Dio li benedisse e disse loro: siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela, dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere che striscia sulla terra".(Gen 1,28)

"Vendete ciò che possedete e datelo in elemosina; fatevi borse che non invecchiano, un tesoro sicuro nei cieli, dove ladro non arriva e tarlo non consuma. Perché, dov'è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore".
(Lc 12,33-34)

"Ebbene, io vi dico: fatevi degli amici con la ricchezza disonesta, perché quando questa verrà a mancare, essi vi accolgano nella dimora eterna".(Lc 16,9)

"Per questo io vi dico: non preoccupatevi della vita, di quello che mangerete; né per il corpo, di quello che indosserete. La vita infatti vale più del cibo e il corpo più del vestito".(Lc 12,22-23)

Elogio della ricchezza

La ricchezza è una benedizione. Dobbiamo accogliere Con gratitudine la nostra condizione di benessere. E apprezzare l'attività umana che assicura la nostra ricchezza umana: il lavoro.

La ricchezza è una benedizione: essa però ci è donata perché venga messa a servizio della fraternità tra gli uomini. Il "comandamento " dell'elemosina ce lo ricorda.

Elemosina e giustizia. Il rapporto giusto tra gli uomini è quello che li considera amici e fratelli. Solidarietà e legalità rafforzano i legami di giustizia. Le diseguaglianze economiche nel mondo sono un grido contro l'ingiustizia dei nostri rapporti.

Anche la terra reclama maggior giustizia: il nostro atteggiamento predatore è chiamato a convertirsi a una sobrietà che è capace d'aprirci a uno stile di vita più felice e più solidale.